Venice Classic Radio sta trasmettendo: {Programma}
{NP/Info/Artista}
{NP/Info/Titolo}
{NP/Info/Interpreti}
Premi il pulsante per ascoltare Venice Classic Radio Premi il pulsante per conoscere le ultime 5 tracce trasmesse Premi il pulsante per vedere i programmi di Venice Classic Radio Premi il pulsante se hai bisogno di aiuto Go to the english version

Fernando Sor interpretato da Luigi Attademo alla chitarra: con Amadeus in edicola a maggio

Fernando Sor è tra i più colti e raffinati compositori che dedicarono talento e creatività alla chitarra, strumento che, nella attuale forma a sei corde, nacque proprio a metà Ottocento. Assieme a Mauro Giuliani e Ferdinando Carulli, fa parte della triade del cosiddetto periodo classico della chitarra (per non tacere di altri illustri nomi quali Niccolò Paganini e Luigi Boccherini). Nacque a Barcellona nel 1778 e, seppur avesse manifestato dall'infanzia uno spiccato interesse per la musica, fu avviato alla carriera militare e amministrativa, che però gli permise di coltivare la sua passione artistica. La sua prima opera Telemaco nell'isola di Calipso, eseguita a Barcellona nel 1797, ottenne un grande successo e gli valse la protezione della duchessa d'Alba a Madrid. La vita di Fernando Sor trascorse serenamente tra la routine professionale amministrativa, la carriera artistica e le frequentazioni mondane che gli procurarono alcuni problemi con la severissima Inquisizione spagnola, fino al 1808, anno dell'invasione delle truppe napoleoniche. Inizialmente conservò una posizione nazionalista, ma poi rimase affascinato dagli ideali della Rivoluzione francese; quando Ferdinando VII riprese il potere, costringendo le truppe napoleoniche a ritirarsi, fu costretto a emigrare a Parigi. Da quel momento la musica divenne completamente la sua attività professionale. La sua bravura gli consentì di inserirsi agevolmente nella società parigina: pur non riuscendo a entrare nella Chambre du Roy, ottenne l'apprezzamento di personaggi influenti quali Cherubini e Méhul. Dopo la definitiva sconfitta di Napoleone nel 1815, i rapporti tra Francia e Inghilterra si fecero più stretti e questo consentì a Fernando Sor di trasferirsi a Londra. Furono gli anni più felici del musicista catalano. Pubblicò le sue opere presso diversi editori e partecipò a numerosi concerti. Ebbe una storia d'amore con Félicité Hullin, una ballerina più giovane di vent'anni, che avvicinò l'interesse artistico di Sor alla musica da ballo per cui divenne molto celebre: il balletto Cendrillon fu uno dei suoi successi più clamorosi, tant'è vero che fu persino scelto per inaugurare la stagione del Teatro Bols'oj a Mosca. In questo periodo Sor venne ammesso alla prestigiosa Royal Academy of Music e la sua giovane compagna divenne prima ballerina nello stesso Teatro Bols'oj. Decise di recarsi a Mosca e il viaggio divenne una vera e propria tournée trionfale attraverso l'Europa: Parigi, Berlino, Varsavia, Mosca e San Pietroburgo dove suscitò un'impressione vivissima presso la famiglia imperiale. A Mosca scrisse altri balletti per la giovane compagna, finché nel 1827 tornarono a Parigi. Il loro legame era ormai giunto al termine: Félicité tornò a Mosca e il compositore rimase in Francia. Durante l'ultimo periodo della sua vita, Sor si dedicò completamente alla chitarra, apparendo numerose volte in pubblico. Nel 1839 morì a causa di un male incurabile e fu sepolto nel cimitero di Montmartre, attualmente meta di ferventi ammiratori.

Il CD allegato alla rivista propone alcune composizioni per chitarra di Fernando Sor, interpretate da Luigi Attademo, allievo di Angelo Gilardino con cui si è diplomato al Conservatorio 'G. Verdi' di Torino e successivamente perfezionato all'Accademia 'Perosi' di Biella. Luigi Attademo si è anche laureato in Filosofia con una tesi sull'interpretazione musicale; ha studiato composizione approfondendo il repertorio settecentesco con Emilia Fadini e quello contemporaneo con Alessandro Solbiati. Vincitore di diversi premi nazionali e internazionali, ha lavorato a numerosi progetti teatrali come compositore e interprete.

Amadeus offre il download digitale del CD 'Combattimenti e lamenti' interpretato dal mezzosoprano Anna Caterina Antonacci e dall'Accademia degli Astrusi, diretta da Federico Ferri. Il programma presenta una serie di lamenti barocchi alternati a esecuzioni solo strumentali.

In questo numero

CD in allegato:
Fernando Sor
La chitarra nell'Ottocento
Interprete: Luigi Attademo, chitarra

CD in download digitale:
AA.VV.
Combattimenti e lamenti
Interpreti: Anna Caterina Antonacci, mezzosoprano - Accademia degli Astrusi - Federico Ferri, direttore

Articoli:
Sotto tiro
Nonostante la perenne tensione il Libano e la sua capitale esprimono la propria anima colta e cosmopolita anche attraverso fetival musicale e orchestre sinfoniche
di: Franco Soda

Carlo Maria Giulini: un atto d'amore
Nato esattamente cento anni fa, è stato uno dei più grandi direttori d’orchestra del secondo ’900. Eppure lui non amava quel termine: non voleva 'dirigere' gli altri, ma fare musica con loro
di: Cesare Fertonani

Giacomo Meyerbeer: eroe dei 3 mondi
Tedesco di nascita, italiano per passione, francese d’azione, è il compositore che incarna pienamente stile, fortuna e destini del grand-opéra
di: Franca Cella

Chatedrals of culture: un volo negli spazi
Wim Wenders ha prodotto sei cortometraggi in 3d dedicati ad altrettanti luoghi espressione dell’ingegno e dell’arte: ci sono anche la Philharmonie di Berlino e l’opera di Oslo
di: Giangiorgio Satragni

Vladimir Ashkenazy: faccia a faccia
Musica russa per due: l’integrale della musica per pianoforte di sergej Rachmaninov è l’ultima grande impresa del celebre pianista-direttore
di: Giovanni Gavazzeni

Teatro dell'Opera: cronache romane
Sprechi e verità nascoste della fondazione lirica capitolina: il diario di una incredibile crisi economico-finanziaria
di: Valerio Cappelli

Susanna Malkki: con coraggio e cortesia
Finlandese, 45 anni, molto apprezzata da Boulez e Adès, ha diretto l’Ensemble InterContemporain, oggi la Gulbenkian di Lisbona e grandi orchestre in tutto il mondo
di: Luigi di Fronzo

Vivaldi edition: una punta di rosso
450 manoscritti, 14 anni di lavoro, 54 cd già pubblicati, 250 artisti, 500 mila copie vendute: il successo di una monumentale impresa musicologica e discografica italo-francese
di: Maurizio Corbella

Made in USA: Classical Revolution(s)
Opera alla spina: come usare la crisi e integrare la musica classica nel tessuto sociale. un movimento nato in usa sbarca in Europa
di: Lorenzo Salvagni

Leone Sinigaglia: Il canto del pioniere
La buona società torinese, Vienna, l’incontro con Brahms, lo studio con Dvořák, il ritorno al Piemonte e la fama. Un compositore ridotto al silenzio dalle leggi razziali. E da riscoprire...
di: Lydia Cevidalli

E, in più:
Appunti e calendari di concerti e spettacoli, libri, hi-tech, recensioni di cd e video

Altro in questa categoria: « Prev Next »
 
 
Sei in:Home»BLOG»Rivista Amadeus»Fernando Sor interpretato da Luigi Attademo alla chitarra: con Amadeus in edicola a maggio
 
 

Bollino VERDE

Venice Classic Radio garantisce che i contenuti dei programmi e del portale web siano adatti ad un pubblico di tutte le età.

Hanno DETTO...

Datemi una lista della lavanderia ed io ve la metterò in musica

Gioacchino Antonio Rossini

AMICI di Venice Classic R.

Con la vs musica in sottofondo lavoro e provo la gioia profonda di sentirmi a casa della mia amatissima città distante...
Giovanni C.

Donazioni

Un tuo contributo può essere prezioso per Venice Classic Radio! Se desideri effettuare una donazione, clicca qui! Grazie! heart